Atessa, 420 lavoratori sbattuti fuori

La multinazionale Honeywell delocalizza in Slovacchia e chiude la fabbrica abruzzese - Il Manifesto

Il conduttore di questa settimana

Ugo Tramballi, dal 13 al 19 novembre 201

Il conduttore della prossima settimana

Francesco Merlo, dal 13 al 19 novembre 2017

Morto Riina, Messina Denaro unico erede. Tornerà a riunirsi la Cupola

Gli oridni del capo di Cosa Nostra, a meno che non siano revocati dal capo stesso, l'organizzazione li esegue. Se Totò Riina non ha ritirato prima della sua fine la sentenza di morte emessa nei confronti del magistrato Nino di Matteo, è molto probabile che quanto raccontato dal pentuto Vito Galatolo nel 2014 ("a Palermo ci sono 200 kili di tritolo per colpire Di Matteo") possa essere replicato con altri tentativi, anche ora che il PM della Trattavia Stato-Mafia è operaitvo alla Procura Nazionale Antimafia, la cosieddetta Superprocura, a Roma.
E' convinzione di molti magistrati delle principali procure siciliane, come della stessa Scuperprocura, che in quersti ultimi anni in Cosa Nostra non abbia davvero prevlaso la strategia della "sommersione", più semplicemente che la "piovra" sia ancora in difficoltà dal punto di vista militare dopo la repressione dello Stato negli anni '90, ma che i capi mandamento stiano alla finestra per capire l'evoluzione politica del Paese, da che parte schierarsi cercando sponde o come e quando attaccare: tanto che sarebbero pronti a riunire la Cupola, la supercommissione mai più convocata dall'arresto di Riina il 15 gennaio 1993, come rivelato domenica da Repubblica sull'edizione di Palermo.

L'altra convinzione di chi indaga sulle mafie è quella del crescente malcontento dei boss detenuti al 41 bis, che aspettano di nuovo di poter rialzare la testa se non arriveranno benefici e un vero allentamento del carcere duro. E Cosa Nostra è considerata l'unica organizzazione mafiosa davvero capace di portare il livello criminale fino a un nuovo possibile attacco al cuore dello Stato, perché nonostante la potenza economica e militare della 'Ndrangheta calabrese, è la Mafia siciliana ad avere queste caratteristiche nel dna.[...]

Giampiero Calapà - il Fatto Quotidiano

Rassegna stampa

Filo diretto